“Cabaret”: quando il burlesque era roba da uomini…

di | 27 Luglio 2011

Aggiornamento 11 Luglio 2013

Condividi! ❤️

Cabaret: The Adult Entertainment MagazineIn questo secondo appuntamento con la Piccola Biblioteca dell’Ambasciatore del Burlesque intendo proporvi un argomento leggerissimo, più del solito, in linea con la stagione estiva. Giusto per farvi scoprire che, in questa piccola biblioteca, trovano posto anche le riviste…

Cabaret – The Adult Entertainment Magazine era una rivista pubblicata negli Stati Uniti nella seconda metà degli anni ’50. I suoi contenuti erano prettamente per uomini, con abbondanza di immagini di bellezze muliebri, vagamente calate in un contesto di costume. Vista oggi, trasmette ancora lo spirito maschilista e sessista del suo tempo, come tutto ciò che è legato al burlesque del passato. Attraverso la lente di chi ama il neo-burlesque, si eliminano gli aspetti deteriori, a favore della bellezza e degli elementi che hanno trasformato in icone alcune protagoniste della rivista.

La copia in esame risale al giugno 1957 e propone in copertina una sfolgorante Lili St. Cyr, in una deliziosa veste da notte bianca e terribilmente trasparente! In seconda di copertina è già lotta (di bellezza) tra Lili e Anita Ekberg. Ma non è ancora niente… Una rapida occhiata agli articoli e capirete.

The cabaret city that never sleeps
La vita notturna di Atlantic City, tra teatri, locali di burlesque e divertimenti peccaminosi. Con un focus sulla burlesque house The Globe e le sue star, in primis Tura Satana!

Tura Satana

Tura Satana nei camerini del The Globe.

The most beautiful girl in burlesque?
Incontro con la stripper Joni Arnold, su luogo di lavoro e nella tranquillità del suo appartamento (anche in questo con i pastie, chi l’avrebbe detto?)

Gourmet’s Guide To Ghastly Goodies
Un locale di Chicago e il suo esotico menu: meduse, vermi, cavallette. No, niente donne nude.

The Sherry that makes men flip
Sherry Britton: attrice, musicista, cuoca, strip-teaser. E con un I.Q. altissimo. Si capisce anche dalle foto, perché ha in mano un libro (…)

Roberta Sherwood: Cinderella Songstress
Intervista alla cantante e attrice, diventata popolare negli U.S.A. dopo i suoi quarant’anni.

Harold Minsky

Harold Minsky

 

Minsky’s great strip show
Ispirazione francese e tocco yankee per lo spettacolo messo in scena da Harold Minsky, ultimo della dinastia di produttori burlesque.

Pinup Art
Una serie di pagine per lustrarsi gli occhi. Le protagoniste: Monique Van Vooren, Robin Sweet, Brenda Hollis, Tana The Temptress, Linda Dare, Jeane Williams.

Stripdom’s fascinating flyweight
Intervista alla stripper tascabile Tinker Bell, con corredo di immagini live.

Night life guide
Rubrica dedicata a una selezione dei locali più interessanti delle città americane. In questo numero si parla di Philadelphia, Washington, Boston.

Quasi inutile aggiungere che ogni singolo articolo è riccamente illustrato da immagini in bianco e nero e (più raramente) a colori delle starlette coinvolte. In più, anche qualche maliziosa vignetta con protagoniste signorine dalle grandi forme. Tutto per 50 cent del tempo.

Un reperto interessante, un po’ malizioso e un po’ ingenuo, perfetto per ricordarci come, al tempo, il burlesque avesse un unico punto di vista: quello maschile.

“Cabaret”: quando il burlesque era roba da uomini… ultima modifica: 2011-07-27T22:53:53+01:00 da Attilio Reinhardt
Condividi! ❤️

Tags: , , , , ,

Category: Piccola biblioteca

facebook-profile-picture

L'autore di questo post ()

Attilio Reinhardt è un entertainer e presentatore di spettacoli di varietà ed eventi, con lo stile dei conduttori del passato. Oltre a questo, è anche autore di pubblicazioni dedicate alla storia e alla cultura del teatro leggero. Dal 2006 a oggi è stato protagonista della scena burlesque, venendo soprannominato “Ambasciatore del burlesque in Italia” a seguito di tanti spettacoli dal vivo e progetti editoriali dedicati all’argomento, come il sito Burlesque.it e il libro Burlesque: curve assassine, sorrisi di fuoco e piume di struzzo. Tra i suoi progetti editoriali dedicati allo spettacolo leggero nell'Europa del Novecento, anche i siti Kabarett.it e MilanoVarieta.it. Ha collaborato come columnist con il Mitte, il quotidiano italiano di Berlino. Nella stagione 2015/2016 ha scritto e condotto con Sara Cassinotti il programma Radio Variété, su Radio BlaBla. È stato direttore artistico e conduttore degli show mensili Variété Night (2016-2018) e Saturday Night Hell (2017-2018) in scena alla Maison Milano.

Comments are closed.