Burlesque-à-porter

di | 10 Dicembre 2008

Aggiornamento 16 Settembre 2015

Condividi! ❤️

Nell’anno (o poco piu’) di vita di questo blog, abbiamo segnalato parecchi eventi, parlato con le artiste e scritto, soprattutto, di burlesque “da palco”. Questa volta ci occupiamo di una realta’ che e’ in qualche modo a latere, perché pur non essendo burlesque, il burlesque è il suo oggetto. Parliamo di Lovecaine (claim: “burlesque addicted”): una linea di abbigliamento e accessori ispirata proprio a questo genere di spettacolo.
L’idea è molto divertente e furba: insieme a pastie di squisita fattura, dedicati alle artiste (sia sul palco, che tra le pareti di casa…), Lovecaine propone una serie di t-shirt e felpe con pastie e tassel incorporati; ironizzando sugli strumenti di lavoro delle stripteaser, si da’ la possibilità alle amanti del burlesque di rendere pubblica la loro passione in contesti differenti.
Facciamo quattro chiacchiere con le responsabili del progetto.

Cominciamo con le presentazioni: in quante siete e chi siete?
Lovecaine è il progetto di quattro ragazzi – tre ragazze e un ragazzo – legati da una lunga amicizia e una grande passione: il burlesque. Proveniamo da diversi campi lavorativi (dall’ architettura al giornalismo), ma il nostro vero legante è il forte interesse per le arti figurative, la scenografia, la grafica, la moda e la musica.

Ci pare chiaro che anche voi siate “burlesque addicted”, come le vostre potenziali clienti. Com’è nata la vostra passione per quest’arte?
Ognuno è approdato al burlesque seguendo un proprio percorso. Tutti, pero’, siamo stati sedotti dal suo immaginario licenzioso e ludico allo stesso tempo, dalle musiche ammiccanti e dalle performance sensuali ma mai volgari. Da spettatori delle prime file degli spettacoli burlesque, da quelli di Dita Von Teese a quelli delle performer meno note al grande pubblico, siamo passati al di la’ della barricata per entrare, a nostro modo, a far parte dello show. Nel giro di un anno la nostra comune passione è diventata un progetto reale, tanto da spingerci a proporci con il nostro marchio come sponsor dell’edizione del 2008 del London Burlesque Festival.

E l’idea di trasformarla in qualcosa di vendibile al dettaglio?
Difficile lasciare lo spirito burlesque in un teatro: se ami quel mondo cerchi di portarlo con te nel tuo quotidiano. Cosi’ sono nate le nostre linee burlesque-inspired: le t-shirt con i copri-capellzzoli stampati o impunturati per il giorno, pastie veri e propri realizzati a mano per la notte.

Dove si possono trovare i prodotti di Lovecaine?
Attualmente il nostro appuntamento fisso e’ al Connie Douglas, il primo locale milanese vocato al burlesque, che un sabato al mese organizza una serata a tema burlesque. Una volta li’ sara’ difficile non notarci: abbiamo uno spazio allestito in pieno stile anni ’40 –’50 con tutte le nostre creazioni. Attualmente siamo alla ricerca di alcuni punti vendita in Italia in linea con il nostro stile. In ogni caso, è possibile fare delle ordinazioni dal nostro sito internet: www.lovecaine.com.

Visto che ci stiamo avvicinando al Natale, proponeteci qualche idea regalo con i vostri prodotti.
Per le prossime serate di festa abbiamo pensato ad un kit a luci rosse composto da una coppia pasties a tema natalizio con slip in coordinato. Un dono che rivela da subito le intenzioni di chi lo regala…

Possiamo avere un’anticipazione delle prossime “dosi” della vostra “droga” cosi’ di classe?
Stiamo pensando a nuovi capi di lingerie: bracciali-manette di pizzo, mascherine e molto altro. Troverete tutto sul nostro sito.

Burlesque-à-porter ultima modifica: 2008-12-10T08:53:51+01:00 da Attilio Reinhardt
Condividi! ❤️

Tags: , ,

Category: Senza categoria

L'autore di questo post ()

Attilio Reinhardt è un entertainer e presentatore di spettacoli di varietà ed eventi, con lo stile dei conduttori del passato. Oltre a questo, è anche autore di pubblicazioni dedicate alla storia e alla cultura del teatro leggero. Dal 2006 a oggi è stato protagonista della scena burlesque, venendo soprannominato “Ambasciatore del burlesque in Italia” a seguito di tanti spettacoli dal vivo e progetti editoriali dedicati all’argomento, come il sito Burlesque.it e il libro Burlesque: curve assassine, sorrisi di fuoco e piume di struzzo. Tra i suoi progetti editoriali dedicati allo spettacolo leggero nell'Europa del Novecento, anche i siti Kabarett.it e MilanoVarieta.it. Ha collaborato come columnist con il Mitte, il quotidiano italiano di Berlino. Nella stagione 2015/2016 ha scritto e condotto con Sara Cassinotti il programma Radio Variété, su Radio BlaBla. È stato direttore artistico e conduttore degli show mensili Variété Night (2016-2018) e Saturday Night Hell (2017-2018) in scena alla Maison Milano.

Comments are closed.