banner ad

Racy Race Week in Canada con Angie & Co.Racy Race Week with Angie & Co.

| 6 October 2011

Da sinistra: Kitten De Ville, Medianoche, Helen Pontani, Angie Pontani

Con questo post, Angie Pontani – Miss Exotic World 2008 – diventa ospite fissa di Burlesque.it e autrice di una rubrica un po’ personale, dedicata alle sue avventure nel rutilante mondo del burlesque.
Benvenuta a Angie e, a voi, buona lettura.
A.R.

Non è certo un dramma, ma anche il jet set internazionale ha le sue piccola difficoltà; per esempio è necessario prendere confidenza con il “tango del fuso orario”. Non c’è giorno o notte, solo il vostro programma! Le aree duty free offrono una straordinaria varietà di creme e pozioni per reidratare quello che mi piace chiamare “faccia da aereo”. Ci si abitua allo shock di persone che vedono la tua vera altezza quando ti togli le scarpe ai controlli di sicurezza, giusto prima di spiegare il tuo tanga luccicante alla dogana.

Left to right: Kitten De Ville, Medianoche, Helen Pontani, Angie Pontani

Being an international jet setter is not without its challenges, you become well acquainted with the time zone tango.  There is no day or night, only your schedule! Duty free zones offer a wonderful array of creams and potions to re-hydrate what I like to refer to as airplane face. You get used to the shock of people seeing your true height when you take your shoes off at security, right before you have to explain your bedazzled thongs to customs.


Ma ne vale la pena, visto che alla fine di un buon viaggio tornerò a casa con tanti bei ricordi, almeno quanti saranno gli acquisti effettuati dal mio lato shop-a-holic.

Lo scorso luglio mi sono trovata ad attraversare le frontiere con il mio spettacolo Burlesque-A-Pades, in compagnia di alcuni dei miei più cari amici. Abbiamo viaggiato a Edmonton, in Canada, per esibirci alla Indy Race Week: un grande evento, simile alla 500 Miglia di Indianapolis; una settimana di gara nella quale migliaia di appassionati di motori si riuniscono non solo per le auto da corsa, ma anche per decine di concerti, fiere di strada, feste e – quest’anno per la prima volta in assoluto – burlesque. Oltre a esibirci per quattro notti al Roxy Theater con Burlesque-A-Pade, abbiamo fatto squadra con i miei uomini mascherati preferiti, Los Straitjackets, per due eventi all’aperto durante il giorno. Poche cose riescono a farmi uscire di giorno con un po’ di trucco e un bikini con le frange; Los Straitjackets sono una di queste.

Il Roxy Theatre

Il nostro cast era piccolo ma forte. Murray Hill, il mio intrattenitore preferito, ha presentato lo show. Viaggiare con lui è persino più divertente che guardarlo esibirsi: fa battute a raffica e, in più, ha un’ossessione per la forma fisica che lo porta a trascinarmi a fare “power walk”, indipendentemente dal luogo. In questo viaggio abbiamo soggiornato nel centro città; a causa del clima invernale estremo di Edmonton, il centro della città è racchiuso e collegato da una serie di centri commerciali. Ogni pomeriggio, Murray e io facevamo “power walk” attraverso l’area ristorazione, per avere al contempo la forma fisica e… i muffin! Kitten De Ville, da Los Angeles, si è unita a noi, portando nel cast il fascino classico hollywoodiana e l’altezza (è sempre bene avere qualcuno che può arrivare alle cappelliere dell’aereo). Naturalmente, con noi c’era anche quel tornado di mia sorella Helen – ballerina di tip tap – e, per la prima volta, Medianoche: un’artista originaria della Spagna, che ho recentemente conosciuto a New York. Siamo arrivati a Edmonton nella tarda sera di martedì, andando direttamente in albergo. Tutte le nostre camere erano sullo stesso piano ad eccezione di quella di Murray: sono certa che abbia chiamato appositamente l’hotel per chiedere questa sistemazione, visto che lui può sopportare i discorsi femminili, le risatine e la lacca solo fino a un certo punto!

Al mattino ci siamo diretti al Teatro Roxy per una giornata di prove tecniche. Adoro le prove tecniche, sono il momento in cui si sistemano veramente le luci e il suono! Dal momento che sono il capo de facto, mi siedo con il tecnico, Scott, e mi sento come Busby Berkeley seduto in un teatro per dirigere l’illuminazione per tutti gli artisti! La squadra al Roxy era favoloso, i nostri due stage manager erano incredibili, sono arrivati persino a pitturare tutte le sedie che volevo usare nella nostra esibizione della stessa tonalità di nero! Questa è dedizione alla causa! Il nostro pick-up artist, Amy DeVine, era decisamente divina: ogni sera ci portava regali, fiori, cristalli swarovski da abbinare a ciascuno dei nostri costumi, caramelle, Prosecco, calda ospitalità e competenza. Non ha dimenticato neppure una parte di tutti i miei costumi (e parliamo di un sacco di strati)!

Medianoche e Helen Pontani da Starbucks

Purtroppo uno dei nostri show con Los Straitjackets è stato annullato a causa della pioggia. Tutte vestite ma senza un posto dove andare, Helen, Medianoche e io abbiamo deciso di fare un giro al centro commerciale e di pranzare nei nostri costumi coordinati. Eravamo al centro dell’attenzione, da Starbucks. Abbiamo fatto ottenere uno bello spettacolo con i ragazzi ed è stato fantastico. Siamo stati accolti da Pekat, una bimba che sosteneva di essere la nostra fan numero uno: aveva 5 anni ed era assolutamente adorabile. I suoi genitori ci hanno detto che non fa altro che guardare il nostro video Twisting Gorilla; tant’è che, ispirandosi ad esso, si è messa un abito a pois e ha improvvisato una serie di passi di danza in stile Pontani Sisters in prima fila insieme a Murray e Kitten.

Abbiamo passato le nostre giornate a Edmonton dedicandoci per lo più a uno dei miei passatempi preferiti: lo shopping. È pericoloso mettere una persona con il mio debole per gli  acquisti in un albergo collegato a un centro commerciale gigante. Lì, la mia più grande scoperta è stata un piccolo negozio d’epoca denominata “Swish”, dove non solo ho trovato un favoloso  completo di hot-pants e top blu italiano anni ’60, ma ho anche una gonna a ruota con il paesaggio della città di Montreal. E mentre mi facevo incantare da barboncini in porcellana, mobili d’epoca e scaffali pieni di tesori, Murray si è accaparrato una valigia di cravatte d’epoca e Helen ha preso un maxi abito arancione squillante tipicamente anni ’70.

Angie, ovvero "Elvis con le tette"...

Gli show del Burlesque-A Pades sono stati fantastici: una folla piena d’entusiasmo e di amanti del burlesque che hanno guidato anche 5 ore per vederci! Il pubblico straordinario ha decisamente fatto andare il mio motore su di giri, tanto da farmi dare il meglio nel mio numero con il bongo: Murray ha commentato che sembravo Elvis, ma con le tette!

Ogni sera, dopo il nostro spettacolo al Roxy, facevamo un piccolo rito: andavamo nella mia stanza per ordinare il servizio in camera notturno e, in pigiama, ascoltavamo il jazz anni ’30 e ’40, facevamo la lotta con i cuscini, confrontavamo le misure, parlando della nostra vita sentimentale! Dopo la terza notte, il servizio di pulizia ha deciso di mettere direttamente i bicchieri da vino puliti che eravamo ormai soliti chiedere ogni volta.

E così è passato un’altra bella settimana con buoni amici e grandi collaboratori, in una nuova città, in un altro paese! Sono una ragazza fortunata e guardo avanti alla prossima avventura – per dirla con Murray Hill – nello “Showbiz”!

* * *

Due chiacchiere con le mie compagne di squadra!

Una breve intervista a Helen Pontani.

Angie: Qual è stato il tuo momento preferito a Edmonton?
Helen: Innanzitutto quello con la ragazzina con il vestito a pois, alla nostra esibizione con Los Straitjackets. Era una bambina di 5 anni, venuta allo show perché fan delle Pontani Sisters. Tutte indossavamo vestiti a pois, come se lei l’avesse saputo! Poi le feste notturne col servizio in camera. Abbiamo riso per ore tutte le notti!

Angie: Se il cast di Burlesque-A-Pades fosse un race team, chi sarebbe al volante e perché?
Helen: Io! E tu, Angie, saresti il navigatore. Qualcuno potrebbe non essere d’accordo, ma a me piace la velocità! Insomma, sono o non sono velocissima a fare la retro nei parcheggi a “esse”? Kitten De Ville viene subito dopo di me. E quando guida la sua Cadillac rosa è decisamente una pazza!

Angie: Il tuo acquisto migliore?
Helen: Il mio abito arancione vintage in stile Versace. E la piastra di hummus nel negozio di alimentari hippie nel centro commerciale.

Angie: Se dovesse perdersi nel centro commerciale Edmonton con qualcuno del cast, chi sarebbe e perché?
Helen: Questo è difficile, direi di Murray Hill: una volta mi sono persa a Venezia con lui, alla ricerca di un museo che non era nemmeno ancora aperto, ma è stata una avventura divertente. Anche con te, Angie, è bello perdersi nei centri commerciali. Non è forse questo che facciamo per tutto il tempo? Non riusciamo mai a trovare la via d’uscita, ma quanto a shopping… Anche con Medianoche potrebbe essere divertente: ha un grande senso dello stile!

Angie: La miglior sorpresa gastronomica a Edmonton?
Helen: Il curry al Bar Rose and Crown del nostro hotel!

But it’s all well and worth it at the end of a good journey when I return home with just as many wonderful memories as purchases made by my shop-a-holic self.

This July I found myself crossing borders with my show Burlesque-A-Pades, featuring some of my closest friends.  We journeyed to Edmonton Canada to perform at Indy Race Week. Similar to the Indy 500, race week is a huge event where thousands of motor cross enthusiasts converge for not only car racing but dozens of concerts, street fairs, parties and this year for the first time ever, burlesque. In addition to playing 4 nights at the Roxy Theater with Burlesque-A-Pades, we were also teaming up with my favorite masked men, Los Straitjackets for two outdoor daytime events.  Few things can get me in make up and a fringe bikini in the outside and in the morning, Los Straitjackets is  one of them.

The Roxy Theatre

Our cast was small but mighty, my favorite funny man Murray Hill was the host of the show, traveling with Murray is funnier than watching him perform, he cracks jokes like Zorro cracks a whip and has an obsession with physical fitness that drives him to force me to take power walks with him in the afternoon no matter where we are. This trip found us staying in the city center, because of the extreme winter weather in Edmonton, the downtown area is enclosed and connected by a series of malls.  Every afternoon, Murray and I would power walk through the food court getting physical fitness and muffins at the same time.  Kitten De Ville joined us from LA, bringing her classic Hollywood glamour and height to the cast; it’s always good to have someone in the show who can reach the overhead compartment on the plane.  Of course, my tapping tornado sister Helen was on the bill and for the first time Medianoche, a performer originally from Spain who I recently met in NYC.  We arrived in Edmonton late on Tuesday night and were whisked straight to the hotel. Race flags lined the lobby and pit teams roved around in their crew jackets, exhausted from a day of airporting and sad to have missed last call everywhere, we left each other for our individual California King sized beds and caught much needed shut eye.  All of our rooms were on the same floor except for Murray;s, we believe he called the hotel to arrange this as there is only so much girl talk, giggling and hairspray that he can take!

In the morning we headed to the Roxy Theater for a day of tech,  I love tech, this is the time to really nail the lights and the sound!  Since I’m the defacto boss, I get to sit with the tech person, in this instance Scott, I always feel very Busby Berkely sitting in a theater seat and giving lighting direction for all the performers!  The team at the Roxy was fabulous, our two stage managers Kerrie and tktktkt were amazing, going as far as painting all the chairs we wanted to use in our chair dance the same shade of black! That is dedication to the cause!  Our pick-up artist Amy DeVine was in fact devine, gracing us with presents every night, flowers, swarovski crystals to match each of our costumes, candy bars, Prosecco, warm hospitality and skill.  She didn’t miss a piece to any of my costumes and that is a lot of layers!

Medianoche and Helen Pontani at Starbucks

 

Sadly one of our day shows with Los Straitjackets was cancelled due to rain, all dressed up with no place to go Helen, Medianoche and I decided to stroll the mall and take a lunch break in our matching costumes. We were quite the scene at the city center Starbucks. We did get one good show in with the fellas and it was a fantastic affair.  We were greeted by a gal who claimed to be our number one fan! Pekat, she was 5 and absolutely adorable. Her parents said all she does is watch our Twisting Gorilla video, inspired by it, she wore a matching polka dot dress and busted out a series of Pontani Sister dance moves in the front row alongside Murray and Kitten.

Our days in Edmonton were mostly spent partaking in one of my favorite past-times, shopping.  It is dangerous to put a person with my purchasing weakness in a hotel connected to a giant mall.  My greatest discovery while there was a small vintage store called “Swish” not only did I score a fabulous Italian 60s navy blue hot pant and top set, but I also nabbed a Montreal city scape circle skirt. I loved perusing the porcelain poodles, vintage furniture sets and racks and racks of treasures while Murray tore through a suitcase of vintage wide ties and Helen scored a 70s Maxi dress delight in a roaring orange.

Angie aka "Elvis, with boobs"...

Our Burlesque-A-Pades shows were fantastic, the crowds were enthusiastic, responsive and either burlesque aficionados that had driven 5 hours to see us or newbies who had never seen a show before!  The amazing audience revved my engines enough that I got so into my bongo routine one night that my well crafted pompadour came out and Murray commented that I looked like Elvis, with boobs!

Every night after our show at the Roxy we created a ritual of going to my room to order late night room service in our pajamas and listening to jazz from the 30s and 40s,  pillow fighting, comparing measurements and talking about our love lives!  After the third night housekeeping didn’t even bother taking away the extra wine and champagne glasses we called up, opting to just replace them with fresh ones and save room service a trip.

It was another amazing week spent with good friends and great co-workers in a new city in another country!  I am a lucky girl and look forward to the next adventure where ever my tail feathers may take me, as Murray Hill says, “SHOWBIZ”!

* * *

Talking with my teammates!

A brief interview with Helen Pontani on rocking in Edmonton!

ANGIE: What was your favorite moment in Edmonton?
HELEN: Two things, the little girl Pekat in her polka dot dress at our set with Los Straitjackets. She  was a 5 year old girl who came to the show because she is a fan of the Pontani Sisters. We were all wearing matching polka dots, it’s like she knew! Let’s not leave out our late night room service parties.  We ordered room service and laughed for hours every night!

ANGIE: If the cast of Burlesque-A-Pades was a race team, who would be the driver and why?
HELEN: I would be.. and Angie would navigate. Others may disagree, but I have the need for speed!  Angie, how fast do I back a car in a parallel parking spot?! Come on! Kitten De Ville comes in a real close second. She is a crazy fast driver, and she owns a huge pink Cadillac.

ANGIE: Your favorite purchase?
HELEN: My orange Versace-esque dress from the vintage store Swish.  And the hummus plate from the hippie grocery store in the city center mall.

ANGIE: If you had to get lost in the Edmonton mall with any member of the cast, who would it be and why?
HELEN: This is difficult,  I would say Murray Hill because I was lost in Venice, Italy once with him for hours looking for a museum that wasn’t even open yet, but it was a fun adventure. Oh! and Murray stopped me from walking up an escalator the wrong way in the  Edmonton city center mall. He kind of saved my life. So yes,  good shopping pal. Angie is also good to get lost with in a mall, we get lost in malls all the time.  We never find our way out, but we always get a lot of good shopping done. She is the one who found my Versace-esque dress for me.  I also think Medianoche would be fun to get lost in a Mall with. Great sense of style!

ANGIE: The best culinary surprise in Edmonton?
HELEN: Curry at The Rose and Crown Bar in our hotel.. No seriously! The best curry ever and I live in New York.

Tags: , , , , , , ,

Category: Le avventure di Angie Pontani!

Angie Pontani

About the Author ()

Newyorkese di Brooklyn, Angie Pontani è una delle più importanti artiste neo-burlesque a livello mondiale, tanto da essere stata incoronata Miss Exotic World 2008. Con le sue sorelle Helen e Tara ha formato un eccezionale trio, The World Famous Pontani Sisters, che, per anni, ha infiammato i palchi internazionali. Per Burlesque.it ha intervistato la mitica Tempest Storm, star del burlesque classico, e firma la rubrica Le avventure di Angie Pontani, in cui racconta il “dietro le quinte” dei suoi show e della sua vita.

Comments are closed.