banner ad

La Burlesque Hall of Fame incorona Indigo Blue, molti uomini e un po’ d’Europa!

| 5 giugno 2011

Modificato il 16 settembre 2015

Condividi! ❤️

Indigo Blue, ph. Frank Huster

Indigo Blue, ph. Frank Huster

Alla notizia dei vincitori, quest’anno abbiamo deciso di dedicare un intero post al Tournament of Tease 2011, il concorso indetto dalla Burlesque Hall of Fame per incoronare il meglio del burlesque mondiale.

I motivi sono due: innanzitutto sul podio ci sono parecchi uomini, probabilmente più di quanto non sia mai capitato da quando il concorso esiste; in secondo luogo perché, nonostante la manifestazione sia un po’ filo-americana, l’Europa ha ottenuto un piazzamento di grande soddisfazione.

La presenza di tanti uomini tra i premiati ci fa sperare in una maggiore diffusione del boylesque, arte sempre un po’ sottotono rispetto alla sorella femminile – salvo alcuni, fenomenali esempi -, ma che sta maturando tanto da poter essere di successo ovunque, anche in Italia (ne abbiamo parlato diffusamente qui).

Alle artiste europee, oltre ai nostri complimenti, va anche il nostro affetto, dato che chi scrive ha spesso avuto l’onore di esibirsi con loro: LouLou D’vil, premiata come migliore debuttante al concorso, e Anna Fur Laxis, che ha ottenuto l’eccellente piazzamento di First Runner-Up (curiosamente il medesimo riconoscimento le è valso pochi mesi fa, al Milan Burlesque Award).

Indigo Blue, ph. Frank Huster

Indigo Blue, ph. Frank Huster

Alla notizia dei vincitori, quest’anno abbiamo deciso di dedicare un intero post al Tournament of Tease 2011, il concorso indetto dalla Burlesque Hall of Fame per incoronare il meglio del burlesque mondiale.

I motivi sono due: innanzitutto sul podio ci sono parecchi uomini, probabilmente più di quanto non sia mai capitato da quando il concorso esiste; in secondo luogo perché, nonostante la manifestazione sia un po’ filo-americana, l’Europa ha ottenuto un piazzamento di grande soddisfazione.

La presenza di tanti uomini tra i premiati ci fa sperare in una maggiore diffusione del boylesque, arte sempre un po’ sottotono rispetto alla sorella femminile – salvo alcuni, fenomenali esempi -, ma che sta maturando tanto da poter essere di successo ovunque, anche in Italia (ne abbiamo parlato diffusamente qui).

Alle artiste europee, oltre ai nostri complimenti, va anche il nostro affetto, dato che chi scrive ha spesso avuto l’onore di esibirsi con loro: LouLou D’vil, premiata come migliore debuttante al concorso, e Anna Fur Laxis, che ha ottenuto l’eccellente piazzamento di First Runner-Up (curiosamente il medesimo riconoscimento le è valso pochi mesi fa, al Milan Burlesque Award).

Anna Fur Laxis, ph. Emily Burom

Anna Fur Laxis, ph. Emily Burom

Chiudiamo con la lista completa dei vincitori:

Reigning Queen of Burlesque 2011: Miss Indigo Blue

First Runner-Up: Anna Fur Laxis

Second Runner-Up: Lily Verlaine

Reigning King of Burlesque: Captain Kidd

Best Debut: LouLou D’Vil

Best Group: The Stage Door Johnnies

Most Dazzling: Captain Kidd

Most Classic: Miss Indigo Blue

Most Comical: The Dolls of Doom

Most Innovative: Jett Adore

Anna Fur Laxis, ph. Emily Burom

Anna Fur Laxis, ph. Emily Burom

Chiudiamo con la lista completa dei vincitori:

Reigning Queen of Burlesque 2011: Miss Indigo Blue

First Runner-Up: Anna Fur Laxis

Second Runner-Up: Lily Verlaine

Reigning King of Burlesque: Captain Kidd

Best Debut: LouLou D’Vil

Best Group: The Stage Door Johnnies

Most Dazzling: Captain Kidd

Most Classic: Miss Indigo Blue

Most Comical: The Dolls of Doom

Most Innovative: Jett Adore

Potrebbero anche interessarti

Condividi! ❤️

Tags: , , , , , , , ,

Category: Senza categoria

facebook-profile-picture

L'autore di questo post ()

Attilio Reinhardt è un entertainer e presentatore di spettacoli di varietà ed eventi, con lo stile dei conduttori del passato. Oltre a questo, è anche autore di pubblicazioni dedicate alla storia e alla cultura del teatro leggero. Dal 2006 a oggi è stato protagonista della scena burlesque, venendo soprannominato “Ambasciatore del burlesque in Italia” a seguito di tanti spettacoli dal vivo e progetti editoriali dedicati all’argomento, come il sito Burlesque.it e il libro Burlesque: curve assassine, sorrisi di fuoco e piume di struzzo. Tra i suoi progetti editoriali dedicati allo spettacolo leggero nell'Europa del Novecento, anche i siti Kabarett.it e MilanoVarieta.it. Ha collaborato come columnist con il Mitte, il quotidiano italiano di Berlino. Nella stagione 2015/2016 ha scritto e condotto con Sara Cassinotti il programma Radio Variété, su Radio BlaBla. Da settembre 2017 conduce la 3ª stagione del suo show mensile Variété Night e il nuovo spettacolo Saturday Night Hell alla Maison Milano.

Comments are closed.